Come isolare gli infissi e risparmiare su riscaldamento e climatizzazione

Ormai il freddo è alle porte, e la spesa per il riscaldamento incombe sulle nostre teste. Non si può impedire al freddo di arrivare, ma gli si può impedire di entrare in casa e farci sprecare soldi!
Con alcuni semplici accorgimenti, facili e veloci, potremo ridurre tantissimo la spesa annuale di riscaldamento e climatizzazione, e al contempo godersi meglio la nostra casa dolce casa...

Come isolare gli infissi:


Ci sono due vie per isolare a dovere una casa: quella costosa con risultati eccellenti (il 60% della spesa abbattuto) e quella più fai da te con buoni risultati ma con una spesa praticamente ridicola (al massimo 50 euro, io ne ho speso 20 per esempio).

Il metodo più costoso implica l'installazione di infissi isolati con doppi o tripli vetri e l'isolamento termico del soffitto e delle pareti. Si tratta di operazioni costose, si spendono anche 400 euro a infisso, l'isolamento di tetto e pareti può prendere anche oltre i 600 euro (dipende dalla grandezza dell'immobile) usando il depron, ma in caso di isolamento più serio la spesa è di molto maggiore e ci si deve fare un preventivo.

Siccome non siamo una ditta che offre quei servizi ci limitiamo a dare alcuni consigli fai da te, che possiamo attuare da soli e con una spesa irrisoria:

Esistono delle strisce di gomma con adesivo che vanno applicate negli infissi con spifferi, che tappano le fessure create con il tempo (o esistenti sin dall'inizio) e impediscono all'aria di entrare/uscire. Sono ottimi, facili da applicare e facili da togliere e costano poco.

In caso di spifferi molto piccoli nelle chiusure del infisso, in cui le strisce di gomma rotondeggianti impedirebbero una corretta chiusura, ci sono le strisce di un materiale spugnoso che si comprimono quasi del tutto, che tappano gli spifferi ma non impediscono la corretta chiusura della porta o finestra.
Ovviamente se gli spifferi sono in parti non mobili della finestra non ci si può applicare questo tipo di isolante isolante, ecco che con una passata di silicone (meglio trasparente) tappiamo il buco impedendo la dispersione dilagante.

Per le porte esterne c'è un altro accorgimento da adottare: solitamente lo spazio fra pavimento e porta è abbastanza largo da far passare un flusso d'aria gelida molto spiacevole, ma che si risolve con l'applicazione di una fascetta con setole (come se fosse una specie di scopa insomma) che si incolla sulla porta. Le setole impediranno all'aria di entrare, e non impediranno il movimento della porta.

Altro accorgimento, in caso noi non avessimo gli infissi con doppi vetri ma volessimo migliorare l'efficienza senza sostituirli, è applicare ai vetri i film isolanti per vetri: con un po' di buona volontà (bisogna passarli con il phon finché non aderiscono definitivamente al vetro, ci vuole un po') si migliorerà parecchio la tenuta del vecchio infisso con una spesa molto bassa.

Inoltre se abbiamo un sottotetto vuoto e non isolato probabilmente disperderà parecchio calore, se non si può spendere troppo denaro per isolarlo, ad esempio con il depron sopracitato che è comunque molto economico e fai da te, c'è un metodo molto più casereccio ed economico che potrebbe aiutare leggermente a isolarlo: carta di giornale. Come chi lavora la notte durante l'inverno sa bene, la carta  è un ottimo isolante che trattiene il calore (quando fa molto freddo si mette sotto i vestiti), per cui ricoprire il pavimento del sottotetto con diversi fogli di giornale e magari anche cartone dovrebbe tamponare la dispersione di calore. Trovare giornali vecchi e scatoloni non è un'impresa e costa praticamente nulla, per cui tanto vale perdere un'oretta o due e buttarceli.

Tappare i buchi di porte e finestre risolverà gli spifferi (e il torcicollo), diminuirà la dispersione di calore, impedirà alla polvere di entrare (molto meno sporco sul pavimento e polvere sui mobili, provato di persona) e ridurrà anche il volume percepito dei rumori esterni (fastidiosi specialmente la notte) con una spesa ridicola: sei metri di gomma isolante 2 euro, mentre il para spifferi a spatole 2,5 euro, moltiplicate i para spifferi per ogni porta esterna e i metri di isolante per ogni 3 infissi (per stare sicuri), un po' di silicone e avrete ben chiaro quanto spenderete, che è praticamente nulla.

Non so quantificare in termini monetari quanto sarà il risparmio totale dopo aver preso questi piccoli accorgimenti, posso solo dire che avremo molto meno freddo/caldo, zero torcicolli (alleluja) e di conseguenza useremo meno energia.
La cosa migliorerà ulteriormente in caso si dovessero applicare i pannelli di depron sui muri, che prendono pochissimo spazio (3 o 6 mm) ma isolano come pannelli di altri materiali molto più spessi.
Ma si parla di altre cifre che sta a te decidere se affrontare o meno.

Se ti stai chiedendo come trovare gli spifferi infami per evitare di tentare di isolare tutti gli infissi inutilmente, ho la risposta anche per questo, poi dimmi che non ti voglio bene: Come individuare gli spifferi


.

Post popolari in questo blog

Bricchetti - segatura compressala per stufe e caminetti che fa risparmiare

Come trovare gli spifferi

Come rendere la pizza meno calorica